Il punto sul GPP con Regioni e Città Metropolitane

23 Aprile 2021

Il prossimo 28 aprile si terrà l’incontro dedicato a Regioni, Province Autonome e Città Metropolitane coinvolte nella rilevazione dei dati per il popolamento degli indicatori di monitoraggio dell’applicazione delle politiche GPP. L’attività sarà propedeutica all’analisi dello stato di avanzamento del processo di adozione degli acquisti verdi per l’anno 2020 e nello specifico, al livello di applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) nelle procedure di acquisto della PA, come previsto dall’art. 34 del Codice degli Appalti (D.lgs. 50/2016). Il supporto è previsto nell’ambito dell’attività di Monitoraggio sul GPP 2021 realizzata dalla linea d’azione L1WP1 – Progetto CReIAMO PA – dedicata all’integrazione dei requisiti ambientali nei processi d’acquisto della PA.

L’incontro avrà carattere operativo e l’obiettivo di fornire un’occasione di confronto tra gli esperti GPP che conducono l’indagine e gli enti coinvolti, al fine di far emergere e risolvere le difficoltà espresse da alcune amministrazioni nella compilazione delle schede per il rilevamento. L’iniziativa mira a stimolare e sostenere gli enti nella misurazione dei target prefissati e a migliorare di conseguenza, l’implementazione di un sistema di monitoraggio utile e efficace. Per tale motivo si tratterà di un incontro intermedio, che segue la richiesta di condivisione dei dati legati alle performance sulle politiche GPP intraprese dall’ente avanzata lo scorso marzo, e che precede la loro consegna prevista per la fine di settembre 2021.

L’auspicio per la rilevazione 2021 è quello di stabilizzare i dati per il popolamento dei due indicatori quantitativi per l’analisi del grado di attuazione del GPP: la percentuale di acquisti verdi svolti sul totale degli acquisti pubblici, in valore monetario, e il numero di contratti realizzati, così da fornire una fotografia il più fedele possibile della progressione delle politiche di GPP sul territorio nazionale. L’analisi condotta sull’annualità 2019 ha indicato infatti che il GPP non trova ancora adeguata diffusione all’interno delle amministrazioni italiane e ha evidenziato con forza il piano d’intervento su cui insistere.

Da un lato occorre continuare a supportare lo sforzo che gli enti stanno compiendo per rafforzare le competenze degli operatori della PA impegnati negli uffici acquisti e dall’altro sostenere gli adeguamenti necessari, anche sotto il profilo organizzativo, per rendere operativo il monitoraggio del Green Public Procurement. L’incontro si svolgerà online e si inserisce tra le attività propedeutiche al buon esito del monitoraggio, unitamente ad un secondo appuntamento, nella forma del webinar, programmato per il mese di maggio 2021.

Consulta il  Report di Monitoraggio GPP 2020.

News

Premio Compraverde 2023, candidature aperte fino al 28 aprile per le organizzazioni green

Premio Compraverde 2023, candidature aperte fino al 28 aprile per le organizzazioni green

Al via le candidature per la nuova edizione del Premio Compraverde, i bandi sono aperti online fino al 28 aprile 2023. Le organizzazioni virtuose per la loro particolare attenzione nell’adottare il Green Public Procurement (GPP) potranno partecipare in 8 categorie diverse e saranno selezionate da esperti nazionali nel settore degli acquisti verdi. La premiazione avverrà il 18 maggio al palazzo WeGil a Roma.

leggi tutto
Compraverde Buygreen 2023, appuntamento il 17 e il 18 maggio con gli Stati generali degli acquisti verdi

Compraverde Buygreen 2023, appuntamento il 17 e il 18 maggio con gli Stati generali degli acquisti verdi

L’annuale Forum Compraverde Buygreen nel 2023 cambia stagione. Da quest’anno, la manifestazione di riferimento in Europa per le politiche, i progetti, i beni e i servizi di Green Procurement, pubblico e privato, si terrà annualmente a maggio. Una nuova collocazione temporale che mira a rafforzare ulteriormente la fruibilità e il contributo del forum nell’ambito degli acquisti verdi e della transizione ecologica.

leggi tutto
Disponibile online il Vademecum DNSH, Quaderno Operativo 1, ambito edilizia e cantieristica

Disponibile online il Vademecum DNSH, Quaderno Operativo 1, ambito edilizia e cantieristica

Il Vademecum DNSH – Indicazioni operative per l’applicazione del principio di non arrecare danno
significativo all’ambiente nei progetti pubblici PNRR è il primo Quaderno operativo che compone il più ampio Vademecum DNSH di Fondazione IFEL ovvero delle pubblicazioni per supportare i Comuni, in particolare RUP e progettisti, nella corretta applicazione a 360° del principio DNSH.

leggi tutto