(e)mission (im)possible

Mainstreaming dell’azione per il clima da parte delle Organizzazioni Non Governative per lo Sviluppo

IL CONTESTO
L’attuale emergenza climatica richiede un’azione immediata e drastica. Il rapporto speciale dell’IPCC “Global Warming of 1.5°C” del 2018 afferma chiaramente che la neutralità climatica globale deve essere raggiunta entro il 2050 per evitare effetti irreversibili e che è necessario uno sforzo collettivo di tutti i settori dell’economia e della società.

Molte iniziative per l’azione climatica sono rivolte ai settori economici di profitto, ma resta ancora molto da fare per migliorare l’impronta climatica delle organizzazioni per la cooperazione allo sviluppo e umanitarie e rafforzare il loro contributo nella promozione dell’azione per il clima in tutto il mondo.

Il ruolo che le ONG hanno nel promuovere il mainstreaming delle azioni per il clima a livello organizzativo, comunitario e istituzionale ha un grande potenziale che il progetto (e)missione (im)possibile desidera aiutare a sviluppare.

OBIETTIVI
(e)mission impossible mira a sviluppare delle qualifiche di istruzione superiore nel campo dell’azione climatica tra attuali e futuri professionisti della cooperazione per lo sviluppo. Con questo progetto vorremmo rafforzare il ruolo di leader nelle azioni climatiche delle ONG, che diventeranno esempi di buona condotta dal punto di vista ambientale e, quindi, climatico.

A questo scopo, (e)mission (im)possible mira a:

  • Migliorare la capacità degli istituti di istruzione superiore (HEI), delle ONG e delle organizzazioni ambientaliste a implementare formazione e sviluppare qualifiche nell’ambito dell’azione per il clima;
  • Costruire competenze chiave sul clima che permettano ai professionisti delle ONG di diventare veri agenti di cambiamento.


IL PROGETTO
Nella partnership del progetto fanno parte: 6 organizzazioni umanitarie (operanti nel settore della cooperazione allo sviluppo e per la tutela dell’ambiente e del clima) e un’università. I partner provengono dall’Italia, dalla Spagna e dal Portogallo. Abbiamo unito le forze per portare il contributo delle ONG all’azione per il clima.

Le azioni del progetto combineranno lo sviluppo di vari tipi di opportunità di apprendimento, dirette sia a un vasto pubblico di professionisti della cooperazione allo sviluppo e dell’aiuto umanitario (DC&H), che allo staff dei partner.


Durata:
01/11/2021 – 01/07/2024
Sito del progetto: www.emissionimpossible.net/it/
Contatti: Sabina NicolellaAlberta Congeduti
Area:  Capacity Building e Formazione per la sostenibilità
Parole chiave: carbon neutrality, climate action, cooperazione, climate leadership

Progetti correlati

Procura+, la rete europea per gli acquisti sostenibili

Fondazione Ecosistemi è il referente italiano per la rete Procura+, un importante network internazionale per la promozione degli acquisti pubblici sostenibili, avviato e coordinato da ICLEI – Local Governments for Sustainability per supportare le autorità pubbliche nell’attuazione degli acquisti sostenibili e nella promozione dei risultati.

SchoolFood4Change (SF4C)

SchoolFood4Change (SF4C) faciliterà la transizione verso diete sostenibili e salutari nella società, generando impatti diretti in oltre 3.000 scuole e 600.000 studenti in 12 Paesi europei. Il progetto fornirà buone pratiche replicabili in tutta Europa e oltre. Tutti i bambini vanno a scuola e sono quindi esposti alle condizioni e agli ambienti alimentari scolastici.

RE-Plan City Life

Re-Plan City Life (RElevant Audience Plan Leading to Awareness Network forCIrcular Economy Use of Recycled TYre materials in city LIFE) è un progetto co-finanziato dal programma europeo Life20, che mira a promuovere l’utilizzo dei materiali derivati dal riciclo degli pneumatici in diversi settori, tra cui quello delle costruzioni, delle infrastrutture e dello sport.