L1WP1, in arrivo un workshop per facilitare l’introduzione del GPP con esperienze e buone pratiche a confronto

Facilitare l’introduzione del Green Public Procurement (GPP): dalla predisposizione dei documenti di gara al controllo in fase di esecuzione del contratto. Si parlerà di questo mercoledì 23 settembre al workshop della linea d’azione L1WP1 dedicata all’integrazione dei requisiti ambientali nei processi d’acquisto della pubblica amministrazione, organizzato in collaborazione con la Regione Liguria. La formazione si svolgerà a distanza ed è rivolta a operatori pubblici regionali e locali del territorio ligure impegnati nell’applicazione delle strategie di GPP, con particolare riferimento ai Comuni della Rete GPPinfoNET Liguria, istituita nell’ambito del progetto LIFE GPPinfoNET.

L’incontro sarà un’occasione di confronto e scambio, anche attraverso il coinvolgimento di Enti appartenenti ad altre regioni e comuni italiani, per facilitare l’integrazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) all’interno delle procedure pubbliche di acquisto. La condivisione di buone pratiche e approcci innovativi per implementare il GPP negli appalti pubblici, si concentrerà più specificatamente sull’individuazione di un modello generale di verifica della corretta esecuzione dei capitolati pubblici, valido per tutte le categorie di forniture e servizi per i quali è prevista l’applicazione dell’art. 34 del codice degli appalti (Criteri di sostenibilità energetica e ambientale), al fine di favorire il superamento degli ostacoli che in alcuni casi persistono nella fase di controllo dell’esecuzione dell’appalto.

L’iniziativa riunisce intorno al tavolo virtuale dirigenti e funzionari del Ministero dell’Ambiente, della Regione Liguria e di Liguria Ricerche, società in house regionale a supporto alla programmazione economica, e chiama a confronto operatori provenienti da Enti pubblici coinvolti nei processi di acquisto verdi in altri territori italiani.

La prima sessione del workshop prevede l’aggiornamento sugli indirizzi e gli orientamenti ministeriali, con specifica focalizzazione sull’adeguamento del Piano di azione nazionale per il GPP e i CAM attualmente in revisione, e una presentazione degli obiettivi e degli strumenti introdotti dal Progetto CReIAMO PA per la formazione e diffusione del Green Public Procurement. Seguirà un intervento tecnico da parte di Liguria Ricerche, autrice delle linee guida regionali sui metodi di verifica e sui controlli in fase di esecuzione del contratto, e si concluderà con una declinazione, a cura della Fondazione Ecosistemi, del modello di gestione per il controllo della fase di esecuzione dell’appalto sui servizi di ristorazione collettiva e pulizia degli uffici.

La seconda sessione dei lavori prevede il confronto delle esperienze fruttuose e degli approcci più efficaci realizzati in altri territori italiani, nella convinzione che la condivisione di metodi, buone pratiche e criticità possa facilitare il superamento degli ostacoli presenti nell’applicazione delle strategie di GPP e di replicare le esperienze.

L’iniziativa è organizzata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con il supporto di Sogesid spa, soggetto attuatore del Progetto CReIAMO PA.

Il workshop si svolge su piattaforma BlueJeans. La partecipazione è gratuita e garantita fino a un massimo di 100 partecipanti. È possibile iscriversi fino al 21 settembre 2020.

Per approfondire:  Agenda 23 settembre 2020

Il Programma del workshop

 Iscrizione su Eventbrite